Lutto per Mario Balotelli. E’ morto il padre adottivo Francesco, che combatteva da tempo con una malattia. A Brescia, secondo “Sport Mediaset”, la famiglia Balotelli si è stretta con i parenti e gli amici più vicini.

Il bomber del Liverpool non aveva potuto prendere la cittadinanza italiana fino al diciottesimo anno d’età perchè il suo affido non era stato convertito in adozione. A margine della cerimonia ufficiale del 13 agosto 2008 in cui ottenne la carta d’identità Supermario dichiarò: “Sono italiano, mi sento italiano, giocherò sempre con la Nazionale italiana”. Molti tra i suoi amici ritengono che sulla scelta abbia influito fortemente il legame con la famiglia bresciana in cui è cresciuto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Arisa, selfie sul water: l’autoscatto imbarazzante scatena i social

prev
Articolo Successivo

Sara Tommasi torna all’economia: sarà consulente sul signoraggio bancario per Alfonso Luigi Marra

next