“Dovrei prendere 840 euro di pensione, ma dopo tutti i tagli ricevo 520 euro al mese”. Quin è una baby pensionata di Atene, ha smesso di insegnare armeno tre anni fa, a soli 50 anni. Poi, lo scorso anno, è morto suo marito e ora con la sua pensione, e “5mila euro in banca”, dà da mangiare alle sue tre figlie di 10, 13 e 27 anni. “I 5 mila euro? Li conservo come i miei occhi, così diciamo noi in Grecia”. In casa la circondano gli oggetti, l’arredo e i ricordi di una vita che oggi non può più permettersi. A metà del 2011 l’istituto dove insegnava ha smesso di pagarle lo stipendio: “Ci hanno forzato a smettere di lavorare. Ma non saremmo sopravvissuti senza la solidarietà, la solidarietà tra noi, non quella dei ricchi – continua -, questa è la parte buona della crisi”. L’assegno proposto a Quin per il prepensionamento era di mille euro, lei accettò: “Era meno del mio salario, ma tra me mio marito avevamo la forza di mandare avanti la casa”. Senza di lui Quin si è reinventata e ha chiesto aiuto ai gruppi di solidarietà auto organizzata, “non sarei sopravvissuta senza. Sappiamo che ci aspettano altri anni di sofferenza, in tutti i paesi dove arriva l’Fmi la catastrofe dura almeno 10 anni” di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gay Pride Istanbul, in Turchia polizia reprime il corteo con gas lacrimogeni e cariche contro i manifestanti (FOTO e VIDEO)

next
Articolo Successivo

Bahrein: i difensori dei diritti umani imprigionati, torturati, privati della cittadinanza

next