Al grido di “Siamo tutti rottinculo” è arrivata la risposta milanese al Family Day romano. E’ il NoExpo Pride, una colorata manifestazione organizzata dal collettivo antagonista per sostenere i diritti della comunità Lgbt (e non solo), qualche centinaio di persone che si sono date appuntamento davanti alla stazione Centrale per testimoniare la loro vicinanza ai migranti e marcare la distanza con quella parte della città che ha dimostrato di non voler essere accogliente  di Alessandro Madron

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Family Day 2015, cattolici in piazza contro le unioni gay: “Siamo un milione”. Viminale: “400mila presenze”. Scalfarotto: “Evento inaccettabile”

prev
Articolo Successivo

Family Day 2015, Giovanardi: “Referendum sui matrimoni gay? Vinceremmo noi, altro che Irlanda”

next