Visto che si può solo fare meglio, anche se al peggio della nostra politica non c’è mai (purtroppo) limite, nella settimana che entra due cose ci auguriamo con forza.

Che:

1) il presidente del Consiglio faccia il presidente del Consiglio e  non si aggiri più come un “bullo” (Renato Brunetta dixit) tra i banchi dei parlamentari per chiedere voti e minacciare elezioni anticipate per piegare i renitenti;

2) il ministro degli Esteri non si presenti più in televisione (SkyTg24) a fare il duro per dichiarare guerre e annunciare che siamo “pronti a combattere” .

Questi atti di forza (forza?) vanno bene al bar e nei salotti degli amici compiacenti (perchè quelli seri ti metterebbero alla porta). Nelle aule parlamentari e dai banchi del governo ci si aspetta qualcosina di più. Soprattutto da ministri e premier.

Purtroppo, la politica è una cosa lenta da apprendere. E neanche i corsi più celeri e intensivi  riuscirebbero forse a mettere il Paese al riparo da certe figuracce. Dentro e fuori i confini nazionali.

Per cui, torniamo all’augurio. E a toccare ferro. Perchè con certi dilettanti lo sbaraglio è sempre in agguato.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tutto Ferrara, da Togliatti a Berlusconi

next
Articolo Successivo

Regalìe e privilegi parlamentari, Lorsignori tireranno diritti!

next