Desidero porgere i miei più sinceri auguri al neo Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella eletto con 665 voti.

Fin da subito il Presidente ha speso un pensiero per i cittadini dicendo: “Grazie, il pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini. E’ sufficiente questo”. Per me questo è già un buon inizio anche se l’assetto politico nazionale non è aperto al dialogo reale e soprattutto non intenzionato ad ascoltare realmente i bisogni del popolo, ma intenzionato solo fondamentalmente a mantenere gli equilibri politici.

Auspico pertanto che lei con fermezza farà applicare la nostra Costituzione e non permetterà che essa venga modificata per salvare gli interessi di pochi. Desidero infine ringraziare l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e tutti i suoi collaboratori per aver dialogato con me sui temi che in genere sono legati al sociale e alla  disabilità, spero che tale dialogo possa continuare anche durante il prossimo settennato.

Cordialmente,
Luca Faccio 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sergio Mattarella: “Pensiero va alle speranze e alle difficoltà dei concittadini”

next
Articolo Successivo

Sergio Mattarella e la ‘prova finestra’ della credibilità internazionale

next