In tutte le grandi città americane prosegue la protesta di centinaia di migliaia di persone che scendono in strada, bloccando ponti, tunnel e autostrade, per protestare contro la decisione del Gran Giurì di non incriminare l’agente che ad agosto ha ucciso il diciottenne nero Michael Brown. Proteste che a Minneapolis hanno rischiato di trasformarsi in un dramma, quando un’auto è piombata sulla folla trascinando e travolgendo una donna per qualche metro sotto la ruota. La folla si è scagliata contro l’automobilista che poi è riuscito a allontanarsi. Per la donna nulla di grave

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cina, picco carbone entro 2020: Pechino si impegna ad abbattere le emissioni

prev
Articolo Successivo

Papa Francesco: “Isis? Non chiudo le porte a nessuno”

next