Ospite all’assemblea degli industriali di Brescia, il presidente del Consiglio Matteo Renzi chiude il suo intervento paragonandosi a un post-it. “Quello che ci serve è un briciolo di fiducia in noi stessi – afferma il premier -. A volte mi sento un post-it, perché il mio compito è ricordare all’Italia chi siamo, ma non basta. Il post-it ricorda anche chi possiamo essere e chi possiamo diventare, se solo la politica fa il suo mestiere”  di Stefano De Agostini

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brescia, Renzi a industriali: ‘Mio cuore con cassintegrati e precari’

prev
Articolo Successivo

Renzi a Brescia: fischi, contestazioni e slogan fuori dallo stabilimento

next