Un gruppo formato da un centinaio di lavoratori delle acciaierie di Terni si è presentato domenica mattina, intorno alle 9.30, davanti ai cancelli della Leopolda a Firenze, dove stava per iniziare la terza e ultima giornata della kermesse renziana. “Invitiamo Renzi a visitare le acciaierie a Terni, fino adesso non l’abbiamo visto” hanno urlato gli operai dall’altoparlante. “Parla e fa tante passerelle, ma poi dove l’Italia ha bisogno non si fa vedere”. Una delegazione è poi entrata nei locali della Leopolda, per incontrare il premier. ”Renzi ci ha detto che da oggi si impegnerà in prima persona e sarà pronto a riconvocare un tavolo immediato a seconda di come andrà la riunione di mercoledì” ha raccontato un delegato sindacale all’uscita. Mercoledì ci sarà un vertice fra l’amministratore delegato della Thyssengroup e il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi. Quello della Leopolda è il primo incontro tra gli operai di Terni e il presidente del Consiglio di Giulia Zaccariello

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Leopolda 2014: Renzi va a sbattere contro la classe operaia

prev
Articolo Successivo

Leopolda Firenze, lavoratori Meridiana: “Dopo la piazza Cgil, tocca ai governanti”

next