Il secondo mandato di Giorgio Napolitano al Quirinale non terminerà a scadenza naturale. Il Presidente della Repubblica lo ha più volte lasciato intendere, pur senza sbilanciarsi sulla data delle dimissioni. Anche se negli ultimi giorni sembra orientato a prolungare la sua permanenza al Colle “per senso di responsabilità”, non è da escludere che sia comunque una proroga di pochi mesi. Dietro le quinte della politica i primi conciliaboli per la nomina del suo successore sono già iniziati da mesi. Era già così ai tempi dell’indiscrezione, pubblicata dal Fatto Quotidiano nel mese di agosto sulla clausola per escludere dalla corsa Romano Prodi, che sarebbe contenuta nel Patto del Nazareno” fra Renzi e Berlusconi. Per questo, nelle ultime settimane dell’estate, avevamo provato a “sondare la piazza” all’aeroporto di Milano Linate. Lo pubblichiamo oggi, visto che il tema della permanenza o successione torna ad essere di stretta attualità. Come successore di Napolitano molti vedrebbero bene una donna, il nome che ritorna più spesso ancora una volta è quello di Emma Bonino. E voi che ne pensate? E’ arrivato finalmente il momento di una donna? Chi vedreste al Quirinale dopo il Napolitano bis? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Chiesa, famiglia e gay, è l’alba di un grande cambiamento? Vox e sondaggio

prev
Articolo Successivo

Patto del Nazareno, cosa prevede davvero? Vox e sondaggio di Piero Ricca

next