A causa di uno sciopero di otto ore proclamato dal sindacato Orsa per venerdì 24 ottobre, i treni delle Ferrovie dello Stato potranno subire ritardi e cancellazioni dalle 9 alle 17. Trenitalia comunica che saranno assicurati i servizi minimi di trasporto e, in particolare, nel trasporto locale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Le Frecce circoleranno regolarmente.

Trenord avverte che i treni regionali e suburbani potranno subire variazioni e cancellazioni, mentre il Malpensa Express e il collegamento Malpensa Aeroporto – Bellinzona sarà effettuato con autobus sostitutivi.

Disagi anche per chi viaggia sui mezzi pubblici a causa di un’agitazione nazionale proclamata dal sindacato Usb, con modalità differenti città per città.

Roma
Servizio di trasporto Atac è garantito da inizio servizio alle ore 8.30 e dalle 17 alle 20. Tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 a fine servizio, sono a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo. Inoltre, nella notte tra giovedì e venerdì potrebbero subire interruzioni le linee notturne da N1 a N27 e la linea 913. Nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 possibili interruzioni per le linee metro A-B/B1 e linee 8-115-301 e 913.

Milano
I mezzi ATM possono subire disagi dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio.

Bologna
I trasporti TPER dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere), sono a rischio dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio. Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Programmi tv stasera, Telefatto: Servizio Pubblico, Diaz e X Factor

prev
Articolo Successivo

Programmi tv stasera, Telefatto: Tale e Quale Show, Il Segreto e Bake off Italia

next