È morto l’attore americano Richard Kiel, conosciuto per il suo ruolo di cattivo con i “denti d’acciaio” in alcuni film di James Bond. L’attore, 74 anni, è deceduto in un ospedale a Fresno, in California, dove era ricoverato. L’uomo si era rotto una gamba la scorsa settimana, ma non è chiaro se questo incidente sia collegato al suo decesso. Alto 2,18 metri (a causa di un disordine ormonale), si era fatto un nome a Hollywood nel 1960 con il suo ruolo di Voltaire in “Misteri di Occidente”. Ma è stato il suo personaggio di Shark, un cattivo con i denti di acciaio, a portarlo alla ribalta nei film di 007 “La spia che mi amava” (1977) e “Moonraker” (1979) che gli valse fama mondiale. Un ruolo che voleva incutere terrore ma riuscì simpatico agli spettatori, tanto che in Moonraker l’attore “squalo” diventa alleato dell’agente 007 e convola a nozze con una biondina dalla quale era rimasto affascinato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘Everyday Rebellion’, il documentario ‘crossmediale’ dei movimenti

next
Articolo Successivo

Al cinema dall’11 settembre: tra video hot, disobbedienze civili e futuri poco nuovi

next