Un giovane dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze si è tolto la vita nel proprio ufficio in via XX Settembre a Roma. A dare l’allarme, intorno alle 14, sono stati i colleghi dell’uomo che lo hanno trovato impiccato a un termosifone. Il personale ha chiesto l’intervento del medico del presidio interno, il quale, dopo aver tentato la rianimazione con gli operatori del  188, ha dovuto constatare il decesso. Sul posto sono intervenuti anche i militari della Guardia di Finanza che operano il servizio di vigilanza e gli operatori del 118. La notizia è arrivata da una nota del Tesoro.  

Il ministro Padoan ha appreso la notizia a Milano, dove sono in corso i lavori preparatori al vertice Ecofin. Pier Carlo Padoan esprime alla famiglia “la propria vicinanza umana e profondo dolore per la perdita di una giovane vita e di un valente dirigente dell’amministrazione pubblica”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maltempo: il poliziotto e l’ombrello

next
Articolo Successivo

Marò, ok della Corte suprema dell’India: Latorre rientrerà in Italia per 4 mesi

next