Le brutte notizie dal Brasile non arrivano solo per la Nigeria, eliminata agli ottavi dalla Francia, ma anche per la Lazio. Il mediano laziale Eddy Onazi infatti è stato toccato duro dal francese Matuidi e ha rimediato la frattura della tibia e del perone della gamba sinistra. Per Onazi è previsto uno stop di almeno due mesi che lo costringerà a saltare tutta la preparazione agli ordini del nuovo tecnico laziale Stefano Pioli.

Onazi ha pubblicato la foto della gamba ingessata sul suo profilo Twitter e ha scritto: “Grazie a tutti per le vostre preghiere. Starò bene grazie alla sua grazia. Dio benedica la Nigeria”. L’intervento di Matuidi, solo ammonito, ha scatenato diverse polemiche ma il mediano del Paris Saint Germain ha prontamente mandato le sue scuse all’avversario: “Mi dispiace, non volevo fare male a Onazi. Sono molto triste, io non sono un giocatore scorretto, sono anche andato nello spogliatoio della Nigeria per scusarmi”. Scuse accettate del Laziale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Argentina – Svizzera, è derby Papa-guardie svizzere

prev
Articolo Successivo

Ottavi finale mondiali 2014, Olanda: torneo finito per il milanista De Jong

next