Torna il segno meno per il mercato automobilistico italiano dopo 5 mesi di moderata crescita. Secondo i dati pubblicati dal ministero dei Trasporti, a maggio le immatricolazioni si sono fermate a 131.602 unità, con un calo del 3,83% rispetto allo stesso mese del 2013, quando le auto nuove immatricolate furono 136.850. Stessa tendenza per Fiat Chrysler Automobiles che nel maggio 2014 ha registrato -11,03% rispetto allo stesso mese del 2013. Lo scorso anno, infatti, il gruppo aveva immatricolato 41.273 auto, a fronte delle 36.720 del 2014. La quota mercato è del 27,9% (era del 30,16%), in flessione del 2,26%.

In calo anche il mercato dell’usato con un -9,99% rispetto a maggio 2013. Nel 2014 i trasferimenti di proprietà registrati sono fermi a quota 349.883, mentre lo scorso anno ne furono registrati 388.727. Unico dato positivo il totale di immatricolazioni nel periodo gennaio-maggio 2014, con un +3,15% rispetto al periodo gennaio-maggio 2013. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Google lancia l’auto che si guida da sola: “Addio volante e pedali, è il futuro”

next
Articolo Successivo

Sfruttò i prigionieri dei lager: anche l’Audi costretta ad ammettere il passato nazista

next