Per festeggiare i 90 anni di Eugenio Scalfari al Teatro Argentina di Roma si è mobilitata buona parte dell’establishment della politica, del giornalismo e della cultura “di sinistra”. C’erano Enrico Letta e Walter Veltroni (seduti a fianco di Carlo De Benedetti), Giovanni Floris, Bianca Berlinguer, due premi Oscar (Paolo Sorrentino e Roberto Benigni); Carla Fracci, Silvio Orlando, Alberto Asor Rosa e molti altri ancora. Il fondatore di Repubblica ha raccontato di aver ricevuto, nel giorno del sul suo compleanno, tre telefonate “particolari”. Una dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, suo amico. Una addirittura da Papa Francesco. E un’altra, la più divertente, dal premier Matteo Renzi: “Mi ha confessato – racconta Scalfari con ironia – che non sapeva se chiamarmi o meno, dopo aver letto la mia predica domenicale che lo riempiva di bastonate. Si è lamentato del fatto che io voglia trovare un’alternativa a Renzi. Poi mi ha detto: ‘E se io diventassi un’alternativa a me stesso’?”  di Tommaso Rodano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maria Elena Boschi, il volto televisivo del governo Renzi: per lei tg, servizi e interviste

next
Articolo Successivo

Verona, Tosi ribatte a Report: “Chi mi getta fango è gente disperata. Reati zero”

next