Marc Marquez ha vinto il Gran Premio del Qatar, prima prova stagionale del mondiale MotoGp. Lo spagnolo della Honda ha preceduto la Yamaha di Valentino Rossi (partito dalla quarta fila) e la Honda di Dani Pedrosa

Nonostante l’infortunio alla gamba destra che lo ha costretto a saltare la maggior parte dei test invernali Marquez, campione del mondo in carica, si conferma ancora una volta l’avversario da battere al termine di una gara combattutissima. Lo spagnolo, scattato dalla pole, ha preceduto Rossi di 259 millesimi al traguardo al termine di un emozionante duello dove i due si sono scambiati le posizioni in più di un’occasione. Al ‘Dottore’ non è riuscito l’ultimo attacco ma la seconda piazza rappresenta un pieno di fiducia vista la grande prestazione che lo ha visto rimontare dalla quarta fila iniziale. Sul podio anche la Repsol Honda di Pedrosa, terzo a 3.370.

Alle spalle del trio di testa un altro spagnolo, Aleix Espargaro, quarto a 11.623 dopo aver dominato le sessioni di prove libere. Inizia con una quinta posizione la Ducati di Andrea Dovizioso, che precede il britannico compagno di team Cal Crutchlow. Completano la top ten Scott Redding, Nicky Hayden, Colin Edwards e la Ducati di Andrea Iannone. Il pilota della Pramac Racing limita i danni dopo una caduta nel primo giro. Gara da dimenticare per lo spagnolo Jorge Lorenzo (Yamaha), a terra poco dopo il via. Out anche il tedesco Stefan Bradl (Honda), mentre era in testa alla corsa. Prossimo appuntamento il Gran Premio delle Americhe, in programma il 13 aprile.

“Non è stata male come gara. È stata bellissima, sono contento, ringrazio tutti” ha detto Rossi non nascondendo la soddisfazione: “Ho fatto una grande rimonta. Ho rischiato ma non ho sbagliato niente. Potevo vincere, ci ho provato. Volevo ancora provare nell’ultimo giro, ma non ce l’ho fatta. Ma partendo dalla quarta fila, è stata una garissima“. Quindi, un augurio: “Speriamo di essere così forti sempre”. “È stata una gara divertente? Sì, soprattutto la battaglia con Valentino – ha commentato Marquez -. Anche l’anno scorso ho lottato qui con lui all’ultimo giro e ha vinto lui. Quest’anno ero più competitivo e volevo farlo bene, è stato molto divertente. Nell’ultimo giro ho spinto tanto ma il giro prima ci siamo superati due o tre volte. È stato divertente e questi 25 punti sono importanti”. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

MotoGp, Qatar: Rossi solo decimo nelle qualifiche. Marquez in pole position

prev
Articolo Successivo

MotoGp, la telecronaca di Sky: Rossi c’è, Meda no. La rivolta su Twitter

next