Il mercoledì, da che mondo è mondo, è serata di Coppa dei Campioni. E stasera non si fa eccezione. Anzi, con le partitone che ci sono in cartello, il telespettatore italiano medio non dovrebbe aver dubbi. Peccato, però, che per la partita da trasmettere in chiaro Mediaset abbia scelto male. Italia1, infatti, trasmetterà in diretta lo scontro tra Milan e Ajax, mentre per assistere all’attesissimo match tra Napoli e Arsenal (con gli uomini di Benitez chiamati a un miracolo), bisogna essere abbonati alle pay tv (SkySport3, ore 20.45). Per chi non ama il calcio, ecco cosa offre il resto del panorama televisivo.

RaiUno prova a sfruttare ancora l’onda lunga del varietà più visto dell’anno, Tale e Quale Show, che stasera torna con la classica puntata “il meglio di”. In seconda serata, spazio a Dopotutto non è brutto, il nuovo programma dedicato all’arte condotto da Geppi Cucciari e dal critico Francesco Bonami. Peccato, però, che il format ricordi troppo “Questo lo facevo anch’io”, trasmesso da SkyArte con lo stesso Bonami e Alessandro Cattelan.

Filmaccio riempipalinsesto su RaiDue, con Corsa a Witch Mountain, mentre su RaiTre torna Federica Sciarelli con Chi l’ha visto?. Tra gli altri casi, ampio spazio verrà dato alla morte misteriosa della giovane rumena Madalina, morta a Reggio Calabria in circostanze ancora tutte da chiarire. In seconda serata, torna Diego Bianchi con il suo Gazebo.

Su Canale5, ultima puntata (finalmente) della perdibilissima serie Le tre rose di Eva 2. Un polpettone che ha chiamato a raccolta i volti più conosciuti della soap all’italiana. Rete4, invece, trasmette due nuove puntate della serie The Mentalist.

Con la protesta dei forconi in atto, si prevedono scintille e pippotti demagogici su La7, con La Gabbia di Gianluigi Paragone che ospiterà Lara Comi, Matteo Ricci, Giovanni Sabatini e l’immancabile Paolo Barnard.

Proposte interessanti arrivano dal digitale. Su Rai5, va in onda In Scena, con Peppe Servillo che legge Futbol di Osvaldo Soriano, accompagnato da Javier Girotto al sassofono e Natalio Mangalavite al piano. Iris, invece, trasmette il film di Steven Spielberg Il Colore Viola, con Whoopi Goldberg e Oprah Winfrey. Molto più leggera, ma godibile e senza pretese, la proposta di RaiMovie, con Il club delle prime mogli, con Bette Midler, Diane Keaton e Goldie Hawn, con la chicca finale di una versione scanzonata di You don’t own me, inno pop-femminista degli anni Sessanta.

Sul satellite, spazio alle ricette natalizie su Fox Life con Natale con Cannavacciuolo. Accanto al corpulento e simpatico chef Leonardo Pieraccioni, ormai ovunque per promuovere il suo nuovo film. SkyArte gioca sull’attesa per la finale di XFactor di domani sera e trasmette un ritratto di Mika, seguito dal concerto del cantante anglo-libanese al Parco dei Principi di Parigi. Grande cinema, infine, su SkyCinema Classics, con Kramer contro Kramer e le magnifiche interpretazioni di Meryl Streep e Dustin Hoffman.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore