Attentato incendiario contro una caserma di Carabinieri. E’ accaduto nella serata di domenica 24 novembre a Carpaneto Piacentino (Piacenza), dove alcuni sconosciuti hanno dato alle fiamme con una tanica di benzina l’ingresso della stazione dei militari dell’Arma. Il rapido intervento dei Vigili del fuoco ha permesso di domare le fiamme prima che si espandessero, e secondo le prime valutazioni, i danni alla struttura sono di lieve entità.

L’episodio, sul quale stanno indagando i carabinieri del Nucleo investigativo e i colleghi della Compagnia di Fiorenzuola, è avvenuto intorno alle 21, quando qualcuno si è introdotto nel cortile della caserma in piazzale Rosso dopo aver scavalcato la recinzione esterna. Con una tanica da tre litri, poi rinvenuta dai militari, ha cosparso di liquido infiammabile, probabilmente benzina, l’ingresso della palazzina di due piani. Poi ha appiccato il fuoco ed è scappato.

I militari all’interno, quando hanno visto le fiamme levarsi dalla finestra, hanno utilizzato mezzi di fortuna per contenere il fuoco fino all’arrivo dei pompieri che hanno domato l’incendio definitivamente e messo in sicurezza l’ambiente. Fino a notte fonda sono proseguiti i rilievi scientifici per trovare eventuali tracce, mentre parallelamente sono partite anche le indagini per risalire agli autori del gesto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Motor Show, Zanonato: “Può restare a Bologna con sistema fiere”

prev
Articolo Successivo

Crac Parmalat, chiesto rinvio a giudizio per 11 giocatori del Parma Calcio di Tanzi

next