Papa Francesco ha indetto per il prossimo 7 settembre una giornata di preghiera e digiuno per invocare la pace, per scongiurare i venti di guerra, per dire no a massacri e torture, per condannare senza appello l’uso di armi chimiche e i regimi alla Assad. Guai se queste parole venissero ascoltate solo dai cattolici, perché hanno un valore universale, parlano a chiunque abbia orecchie per ascoltare.

Non sono parole di rassegnazione o ” vuote prediche”, come dicono a mezza bocca i suoi critici, dentro e fuori le mura vaticane, perché contengono un invito alla iniziativa individuale e collettiva, alla presa di coscienza, alla ripresa della iniziativa e della pressione internazionale. Per questo ci sembra giusto aderire e ciascuno potrà farlo a suo modo.

 Chi non vorrà pregare, potrà partecipare al digiuno, e chi non vorrà digiunare promuova iniziative di solidarietà nella sua realtà territoriale o di lavoro e lo faccia secondo le sue convinzioni ideali, politiche, di credente o di ateo convinto e militante. Per una volta, almeno quel 7 settembre, sarà davvero il caso di ritrovarsi insieme a prescindere da ogni distinzione di parte o di partito, magari sotto una sola, grande, bandiera arcobaleno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra Siria, Italia aspetta Onu per dare l’appoggio. Ma sottobanco vende armi

next
Articolo Successivo

Spagna, la procura anticorruzione indaga sui conti di re Juan Carlos

next