/ di

Beppe Giulietti Beppe Giulietti

Beppe Giulietti

Giornalista

Giuseppe Giulietti è nato a Roma il 19 ottobre 1953. Le scuole elementari le ha fatte a Napoli, le medie e il liceo classico a Venezia, l’Università invece a Roma, dove ha pensato bene di laurearsi in Lettere dedicando la tesi agli anabbatisti perché già allora provava una irresistibile attrazione per gli eretici, gli irregolari, quelli che diffidano dei dogmi e delle sante o laiche inquisizioni. Alla Rai ci è arrivato nel 1979 dopo aver vinto il primo concorso che l’azienda decise di bandire per giornalisti praticanti. Dopo un decennio trascorso nella sede del Veneto, fondò con tanti altri il gruppo di Fiesole, da qui la successiva attività sindacale nell’Usigrai, il sindacato dei giornalisti della Rai, e nella Federazione della Stampa. Attualmente è il portavoce di Articolo 21, associazione fondata e presieduta da Federico Orlando, siede in Parlamento nel gruppo misto ed è componente della commissione cultura della Camera dei deputati. Non coltiva grandi sogni salvo quello di vedere unite tutte le opposizioni, politiche e sociali, non solo per mandare a casa Berlusconi, ma soprattutto per liberare l’Italia dal berlusconismo, una malattia che ha già contagiato milioni di italiani e persino chi crede di esserne immune.

Blog di Beppe Giulietti

Media & Regime - 27 aprile 2018

Libertà di stampa, l’Italia guadagna sei posti. A che serve se i cronisti vivono sotto minaccia?

Reporters sans frontières ha pubblicato il suo annuale rapporto sullo stato di salute della libertà di informazione nel mondo. L’Italia ha guadagnato sei posizioni, ora si trova al 46° posto, alle spalle degli Stati Uniti. Un positivo miglioramento che, tuttavia, mantiene il nostro Paese in una posizione grigia all’interno della stessa Unione Europea. Questa collocazione, confermata anche […]
Media & Regime - 10 aprile 2018

No Tav, la condanna di Falcioni è un precedente pericoloso per il diritto di cronaca

Tira davvero una brutta aria per i cronisti e per il diritto di cronaca. Querele bavaglio, liste di cronisti sgraditi, perquisizioni nelle redazioni, condanne al carcere. L’ultima è arrivata a Davide Falcioni, giornalista della coraggiosa testata Fanpage, condannato a quattro mesi di reclusione dal tribunale di Torino per aver documentato l’occupazione di un edificio in Valsusa da […]
Cronaca - 7 aprile 2018

Una ‘querela-bavaglio’ da 39 milioni di euro per intimidire Nello Trocchia

Il nome di Nello Trocchia è ben noto alle lettrici e ai lettori del Fatto. Nello, infatti, è un cronista capace e coraggioso, impegnato nel quotidiano tentativo di “illuminare”i territori del malaffare. Per questo ha subito le minacce e anche le percosse di mafiosi, camorristi, corrotti di ogni risma. Ogni volta ha risposto intensificando le […]
Cronaca - 6 aprile 2018

Mauro Donato, il fotoreporter è tornato a casa ma non scordiamoci chi ancora cerca la libertà

Mauro Donato, il fotoreporter rinchiuso nelle carceri della Serbia, è finalmente tornato a casa. Il suo primo pensiero lo ha dedicato a chi è ancora privo della libertà e ai migranti rinchiusi, anche in quel Paese, dentro centri di accoglienza divenuti galera per chi scappa da guerre, fame e terrore. Mauro e Andrea Vignali, giornalisti coraggiosi e […]
Diritti - 3 aprile 2018

Carabiniera molestata, un’intervista non disonora l’Arma. Gli abusi, sì

Angela Rizzo, carabiniera in forza alla compagnia di Firenze, è stata accusata di aver leso l’immagine dell’Arma per le dichiarazioni rilasciate alla giornalista Giulia Bosetti di Presa diretta, la trasmissione di Rai3 condotta da Riccardo Iacona. La sua testimonianza, difficile e tormentata, riguardava le molestie subite da lei e da altre colleghe ed era inserita […]
Media & Regime - 28 marzo 2018

Perquisizioni a La Nuova Sardegna, indagateci tutti

#Indagatecitutti è il titolo dell’appello promosso dal quotidiano La Nuova Sardegna. Nella redazione di Olbia, sono arrivati i carabinieri, su mandato della procura di Tempio Pausania, che hanno rovistato nei cassetti della cronista Tiziana Simula, e hanno portato via computer e cellulare alla ricerca delle sue “fonti”. Episodi simili si erano già consumati ai danni di […]
Giustizia & Impunità - 24 marzo 2018

Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, continueremo a ripetere: #noinonarchiviamo

Il prossimo 17 aprile un giudice potrebbe decidere di “archiviare” le indagini relative all’assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, uccisi in Somalia il 20 marzo del 1994. Da allora una lunga catena di omissioni, depistaggi, bugie, come ha riconosciuto la Corte d’appello di Perugia nel liberare Hashi Omar Hassan, costretto in galera per anni, […]
Cronaca - 18 marzo 2018

Caporalato, i nuovi schiavisti minacciano Marco Omizzolo. Ma lui non si arrende

Lui si chiama Marco Omizzolo, sociologo, giornalista, responsabile scientifico della associazione In Migrazione. Da anni studia, scrive e denuncia le infiltrazioni della camorra nell’agro-pontino, ricostruisce la catena del malaffare e della corruzione, ricostruisce e documenta la tragedia del caporalato e le nuove forme della schiavitù che segnano le esistenze di migliaia di esseri umani, a prescindere […]
Media & Regime - 9 settembre 2017

C’è lo stupro di serie A e lo stupro di serie B?

Ci si indigna per lo stupro o per le generalità dello stupratore? Questi ultimi giorni ci hanno consegnato un dibattito disgustoso, strumentale, cinico, oltraggioso nei confronti delle vittime, utilizzate per tentare di conquistare qualche voto alimentando paure, livori, razzismo. Gli eredi di coloro che applaudirono alla violenza contro la “rossa” Franca Rame hanno inveito contro il […]
Cronaca - 25 agosto 2017

Sgomberi a Roma, per le scuse altri 15 anni. Come per la Diaz

Gran parte dei giornali di oggi e quasi tutte le TV hanno dato grande e legittimo risalto alla carezza che un poliziotto ha ritenuto di dare ad una donna eritrea stravolta dal dolore, dalla disperazione, dalla rabbia. Quel gesto ci fa capire, e non avevamo dubbi, che dentro gli apparati dello Stato e nelle forze […]
Whatsapp chiude ai minori di 16 anni. A nessuno interessa un dato che non si vende
Il Pd, #senzadime e quel ‘vizio assurdo’ di auto-annientarsi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×