La sequenza è raccapricciante. Un uomo fa jogging su una stradina di campagna, alla periferia di Melendugno, in provincia di Lecce. E’ inseguito da tre cuccioli di poche settimane. Probabilmente infastidito dal loro giocherellare durante la sua corsa, ne afferra prima due per il collo. Poi fa lo stesso con il terzo. Li scaraventa al di là del muro di cinta di un’abitazione. Lo fa con ferocia. Uno dei cagnolini urta violentemente contro il rimorchio di un tir in sosta, prima di cadere a terra, dove accorrono due pastori tedeschi attirati dai loro lamenti dei piccoli, che poi adotteranno.

E’ il pomeriggio di domenica, intorno alle 17. Le telecamere di videosorveglianza di una villa immortalano tutto. Il proprietario, che lì ha gli uffici della sua azienda e s’è ritrovato i cuccioli all’improvviso, ha deciso di visionare le immagini e diffonderle su Youtube, prima di consegnare il video ai carabinieri della locale stazione, ieri mattina. E’ stato identificato e denunciato, così, l’autore del gesto. E’ un operaio di 55 anni, residente in una frazione di Vernole, un comune limitrofo. “I cani mi inseguivano mentre correvo e ho deciso di lanciarli oltre la recinzione per evitare che finissero sotto qualche auto”. E’ questa la giustificazione che l’uomo avrebbe fornito ai militari. I tre cagnolini, dopo il trauma iniziale, si stanno riprendendo. Sono nutriti e accuditi dal titolare dell’abitazione all’interno della quale sono stati gettati. E ora cercano casa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sbarchi, l’accoglienza umanitaria non è un optional

next
Articolo Successivo

Manning, Wikileaks, dipende chi si tradisce

next