Il 12 agosto 2012 entrano in vigore le quote rosa con la legge Golfo-Mosca. L’Europa apprezza. Ora per le donne si spalancano nuove possibilità. E per il paese, l’opportunità unica di rinnovare le classi dirigenti. Con la sezione ‘donne di fatto’, ilfattoquotidiano.it ha aperto una finestra sull’universo femminile e le questioni di genere. Sul palco della Versiliana, si confrontano il polemista Massimo Fini (penna pungente e poco digerita dalle lettrici), Sabina Ciuffini (blogger de ilfattoquotidiano.it), Peter Gomez (direttore de ilfattoquotidiano.it), Geppi Cucciari (comica e conduttrice televisiva), Dianora Poletti (docente di diritto privato all’università di Pisa), Lidia Ravera (scrittrice e blogger), Elena Rosselli (giornalista de ilfattoquotidiano.it, responsabile della sezione Donne di fatto). Conducono le giornaliste del Fatto Wanda Marra e Sandra Amurri.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Airaudo: “Primarie Pd? Una sfilata di moda”

next
Articolo Successivo

Mentana: “L’intervista rubata a Favia? Non è stato bello”

next