”Davanti a nomine di pertinenza del governo credibili non faremo mancare il voto ma i partiti non devono partecipare alle nomine e quindi, per quanto riguarda i nostri, non li nominiamo”. Così Pier Luigi Bersani ha spiegato che il Pd voterà per la neo presidente Rai, Annamaria Tarantola, ma non indicherà i propri consiglieri. 

”Noi abbiamo sempre detto – spiega Bersani – che questo meccanismo di governance non funziona e non è in grado di reggere una prospettiva industriale”. Certo, ammette il leader Pd, le nomine fatte ieri dal governo “hanno un profilo di serietà” ma comunque il Pd non indicherà i consiglieri di propria pertinenza. Quanto modifiche proposte dal premier Mario Monti alla governance, per Bersani “apprezziamo il coraggio e la buona volontà ma a legislazione vigente non esiste una governance seria”.

“In controtendenza ritengo le nomine di Monti in Rai di alto profilo: bene una donna alla Presidenza! La dottoressa Tarantola ci sorprendera’!”. Cosi’ Mariastella Gelmini, esponente Pdl, su Twitter

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Agcom, un bocconiano di fiducia

next
Articolo Successivo

Il silenzio dei media su Rio+20

next