Anche gli artisti e gli intellettuali bolognesi si danno da fare concretamente per aiutare le vittime del terremoto. L’Arena del Sole – Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna lancia per venerdì 8 giugno, ore 20.30, una show speciale con decine di nomi dello spettacolo emiliano con incasso destinato alle popolazioni colpite dal sisma del 20 e 29 maggio.

Hanno già confermato la propria partecipazione: Matteo Belli, Alessandro Bergonzoni, Syusy Blady, Umberto Bortolani, Pino Cacucci, Gianni Cavina, Giorgio Comaschi, Concerto a fiato “L’Usignolo”, Gaetano Curreri, Alessandra Frabetti, Vittorio Franceschi, Nanni Garella, Malandrino & Veronica, Marinella Manicardi, Andrea Mingardi, Marina Pitta, Patrizio Roversi, Tita Ruggeri, i Solisti del Gruppo Ocarinistico di Budrio, Jimmy Villotti, Vito. La lista non è ancora completa e inoltre molti di coloro che hanno aderito ma non potranno essere presenti fisicamente a causa di impegni precedenti hanno annunciato l’invio di messaggi o contributi.

“Abbiamo senti la necessità di organizzare una serata di solidarietà verso i cittadini della nostra regione che sono stati colpiti dal terremoto”, si legge in un comunicato dell’Arena, “non solo nelle loro abitazioni, nelle loro vite tragicamente sconvolte, ma anche nell’identità culturale della comunità in conseguenza delle gravi lesioni e, in molti casi, della distruzione di beni artistico-culturali, fra i quali diversi teatri storici, di fabbriche e di altri luoghi di lavoro. Per questo il Teatro Stabile della città ha rivolto un appello agli artisti di Bologna e del territorio al quale in molti hanno già aderito grande generosità”.

Pertanto, venerdì 8 giugno, alle ore 20.30 nella Sala Grande dell’Arena del Sole tutti i cittadini sono invitati a partecipare a una serata spettacolo il cui incasso sarà versato sul conto corrente attivato dalla Regione Emilia-Romagna per la raccolta fondi presso Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza, IBAN IT – 42 – I – 02008 – 02450 – 000003010203. Il costo del biglietto è di € 12,00 euro (posto unico), in vendita da venerdì 1 giugno dalle 15.30 alle 19.00 e da lunedì 4 giugno, sempre dalle 15.30 alle 19.00, presso la biglietteria dell’Arena del Sole. Info: www.arenadelsole.it. Teleprenotazioni con carta di credito: tel. 051.648.63.87 nei giorni e orari di apertura della biglietteria.

Vasco dona soldi. Vasco Rossi ha lanciato su Facebook un messaggio di sensibilizzazione a tutti i suoi fan (più di 2.000.000) invitandoli ad inviare supporti concreti alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Emilia Romagna: “Ho versato una cifra al 45500, per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto. Siete invitati a farlo anche voi. Grazie”. Questo è il post che il Blasco ha pubblicato ieri pomeriggio sul social network,  facendo così riferimento al servizio di sms solidale con il quale è possibile donare due euro per aiutare a far fronte ai costi del terremoto che ha colpito le province di Modena, Ferrara e Bologna. L’iniziativa del rocker di Zocca si aggiunge a quella annunciata nei giorno scorsi da Biagio Antonacci e alle dichiarazioni di Ligabue, nonché al comunicato diffuso da Laura Pausini che devolverà l’incasso di tre concerti alle popolazioni messe in ginocchio dal sisma.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Terremoto, Napolitano: “Conosco la tempra emiliana. Lo stato c’è. Ce la faremo”

prev
Articolo Successivo

Scommesse, la Finanza perquisisce la tabaccheria a Parma dell’amico di Buffon

next