La credibilità delle Istituzioni a volte è messa in crisi anche da disattenzioni. Viaggiando in rete sul sito della Camera dei deputati ci si imbatte in amare sorprese. Tu cerchi i resoconti delle attività dei deputati, e ti imbatti nella vendita online di chat per single o altre amenità.

Capita soprattutto a chi vive all’estero e non può che cercare in rete le notizie sulle attività dei Parlamentari eletti all’estero. E così può capitare di cercare sul sito istituzionale della Camera, nella scheda del Deputato Antonio Razzi, noto per aver votato con Scillipoti il governo Berlusconi il 14 dicembre 2010, notizie sulla sua attività parlamentare trovandoci dell’altro. Infatti cliccando nella finestra sito personale del deputato uno immagina di trovarci notizie, newsletter o altre indicazioni riguardanti i suoi rapporti con gli elettori.

Invece no…Una schermata ti da il “benvenuto nel sito dell’on. Antonio Razzi”, ti invita ad entrare, mentre sotto una scritta gialla di avverte: cliccando qui si esce dal sito della Camera dei Deputati, nel senso che fin li sei in zona Istituzionale dopo..non si sa. Infatti chi clicca l’entrata ha una sorpresa: vuoi giocare gratis? Goditi il famoso passatempo online ora anche in rete da casa tua. E fin qui tutto torna, nel senso che vi potrebbe essere una coerenza indiretta con quelle immagini che abbiamo visto di parlamentari in aula che giocano sull’iPad, si può anche intuire una virtuale coerenza indiretta nell’appello all’invito a visitare il reparto Giochi di prestigio..Cilindromagico stupisci i tuoi amici con giochi di prestigio in omaggio.

Ma si fa difficoltà a capire come mai, dal sito della Camera si giunge, indirettamente ad una chat per single. Probabilmente si tratta di una casualità di cui sarà vittima lo stesso Razzi, o un caso di omonimia? Oppure siamo di fronte ad un altro sosia..Scillipoti docet.

di Massimo Pillera

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni a Verona, Tosi si mangia mezzo Pdl. L’altra metà si allea con i “nemici” di Fli e Udc

next
Articolo Successivo

La chinoise del Professore

next