Questa volta il nostro spazio lo cediamo volentieri a due missionari comboniani che hanno trascorso e trascorrono le loro vite accanto agli “ultimi della terra” per usare una espressione che non piace ai neocinici, a quelli che vogliono rendere “flessibili” solo e sempre i loro vicini, a quelli che chiamanosfigatiquelli che non ce la fanno.

Ebbene, questi missionari hanno lavorato in Honduras e proprio in uno dei carceri di quel paese, in questi giorni, si è consumata una tragedia della disperazione e della miseria, con decine e decine di morti. Non è stata la prima volta: è una terra povera, di sfruttamento, di colonizzazione; proprio a qualche chilometro dal carcere, la Rai organizza L’isola dei Famosi, una finta lotta per la sopravvivenza accanto a una lotta vera.

Questo parallelo ha ispirato una lettera aperta alla Rai spedita dall’Honduras, con la preghiera di renderla pubblica. Magari la potrebbero leggere dal palco di Sanremo, oppure la ” cattolicissima” direttrice generale potrebbe disporre una sorta di “Par condicio” tra i tempi dedicati alla sfida sull’isola e quelli riservati alle tragedie che si consumano attorno ai finti naufraghi a tariffa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fornero: lo snobismo di chi dice “Non guardo tv”

next
Articolo Successivo

Belén e la crisi: quanta voglia di leggerezza

next