Luca Telese parte da un episodio per ‘sintetizzare’ lo Scalfaro conservatore: “Il famoso caso del prendisole”. “Era il 1950, Oscar Luigi Scalfaro, giovane deputato Dc, siede in un ristorante romano insieme ad altri colleghi di partito, Scalfaro si alza dal tavolo scandalizzato dall’abbigliamento di una giovane avventrice che mostrava le spalle nude. Scalfaro le grida: “Lei vestita così è una dona poco dabbene”. Il caso di bigottismo finisce in tribunale e tiene banco per lungo tempo sui giornali. “Ma – tratteggia Telese – esiste anche uno Scalfaro progressista che dal 1995 diventa un sostenitore convinto dell’alleanza fra progressisti e cattolici nella sinistra italiana” (Guarda il videoeditoriale integrale di Luca Telese).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Scalfaro e quel “Non ci sto!”

next
Articolo Successivo

Filma i camorristi che gli chiedono il pizzo

next