Luca Telese parte da un episodio per ‘sintetizzare’ lo Scalfaro conservatore: “Il famoso caso del prendisole”. “Era il 1950, Oscar Luigi Scalfaro, giovane deputato Dc, siede in un ristorante romano insieme ad altri colleghi di partito, Scalfaro si alza dal tavolo scandalizzato dall’abbigliamento di una giovane avventrice che mostrava le spalle nude. Scalfaro le grida: “Lei vestita così è una dona poco dabbene”. Il caso di bigottismo finisce in tribunale e tiene banco per lungo tempo sui giornali. “Ma – tratteggia Telese – esiste anche uno Scalfaro progressista che dal 1995 diventa un sostenitore convinto dell’alleanza fra progressisti e cattolici nella sinistra italiana” (Guarda il videoeditoriale integrale di Luca Telese).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Scalfaro e quel “Non ci sto!”

next
Articolo Successivo

Filma i camorristi che gli chiedono il pizzo

next