Da mercatino rionale a incubatore d’impresa femminile mai avviato, per un totale di 800 milioni di vecchie lire e 25 anni di sprechi sotto la passata amministrazione Bassolino. Uno spazio polifunzionale di oltre 2mila metri quadrati che Scampia potrebbe offrire alla comunità in tante forme. Peccato però che la struttura sia abbandonata e danneggiata da atti vandalici. Gli unici a controllare che la situazione non precipiti del tutto sono gli operatori di una cooperativa che però rischiano di non vedersi rinnovare il contratto. Sono quindici abitanti cresciuti nelle vie del quartiere che hanno deciso di autotassarsi per l’acquisto di un catenaccio in modo da tenere i vandali lontano dalla costruzione. Oltre loro, l’unica attività presente è  un ufficio postale che però è continuamente oggetto di rapine.  di Katiuscia Laneri

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Beha: “Nervosismo alle stelle tra rapine, aggressioni e manate”

prev
Articolo Successivo

Pisacane (Pid): “30mila euro al mese? Sono troppo pochi”

next