Piove, governo ladro! A maggio, ragionando con il mio amico geologo Giancarlo Ceccanti, che con Acquifera va fra l’altro a costruire piccoli acquedotti in Africa dove acqua non c’è, rimasi colpito dalla sua certezza che in Italia altre alluvioni sarebbero arrivate, che ci sarebbero stati altri morti. Non ricordo come erevamo entrati in quel discorso ma quando è capitato quel che è capitato, il 27 ottobre, mentre dovevo scrivere per un mensile “amico” 1.500 battute come mi capita tutti i mesi, ho ripensato a quel che Giancarlo aveva previsto.

Anche sull’Ambasciata Teatrale, normalmente, parlo del mio. Cucina, cibo, ricette, elementi e alimenti. Ma anche lì ho grande libertà e il dolore per le nove vittime fra la Toscana e la Liguria non mi ha abbandonato nella stesura di quel breve testo. Oggi non voglio, davanti alle morti genovesi, scrivere altro. Non posso scrivere altro. E vi ripropongo, lontano dalla pigrizia, lo stesso testo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Un elenco dei migliori vini d’Italia, nonostante le guide

next
Articolo Successivo

“Tassare le bibite? Dovrebbero farlo su tutti gli alimenti in proporzione agli zuccheri aggiunti”

next