Poco dopo la mezzanotte di ieri, sono partiti da via dei Transiti a Milano, quattro dei circa dodici pullman “autorganizzati” di Associazioni, Centri sociali, Popolo Viola e San Precario, diretti alla manifestazione di Roma in occasione della Giornata di mobilitazione internazionale degli Indignados. Diritti, cambiamento, rabbia e determinazione sono i sentimenti e le richieste che migliaia di persone — soprattutto giovani, ma non solo — porteranno in piazza oggi unitamente alla richiesta di un cambio di Governo quella di “un profondo cambiamento culturale di Diritti e Lavoro”, per un Welfare sociale e tornare ad immaginare un futuro diverso da quello indicato da Banche e Finanza Internazionale di Giovannij Lucci

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

In piazza contro la crisi. Si tema un 14 dicembre

next
Articolo Successivo

Gli indignati napoletani verso Roma. Chi resta, va in piazza a Torre del Greco

next