Marystell Garcia Polanco, una delle Papi Girls

“Quella è una pazza”: con queste quattro parole  la showgirl domenicana Marysthelle Polanco descrive Katarina Knezevic alla trasmissione di Radio2, Un giorno da pecora. Proprio ieri, in un’intervista al Fatto Quotidiano la modella montenegrina aveva annunciato di essere “fidanzata ufficialmente” con Silvio Berlusconi. La Polanco sembra non aver gradito, ma ormai ha una carriera avviata: fa la presentatrice di Milan Channel ed è in radio per annunciare l’uscita del suo nuovo disco, che contiene una canzone sulle ragazze di Berlusconi. La prossima settimana girerà il videoclip e intanto non smette di parlare del premier, che è andata a trovare anche due settimane fa, con il suo fidanzato (quello nuovo, visto che il suo ex, Emilio, è stato condannato a otto anni per narcotraffico), come lei stessa ha dichiarato. E oggi su Berlusconi dice che non dovrebbe mai fare un passo indietro: “Senza di lui l’Italia diventerà noiosa, le persone non avranno più argomenti di cui parlare”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

I giorni di Genova

prev
Articolo Successivo

Monza, ministeri al Nord? Calderoli li declassa
“Sono solo sedi di rappresentanza”

next