Silvio forever non è un film politico”. Così Gian Antonio Stella gela il pubblico in sala del cinema Quattro Fontane a Roma. Gli autori del documentario (i registi Roberto Faenza e Filippo Macelloni, gli sceneggiatori Stella e Rizzo) sgombrano il campo da ogni dubbio, a costo di “scontentare il pubblico militante”. “Berlusconi è un personaggio formidabile, da commedia dell’arte”, ha dichiarato Sergio Rizzo. L’obiettivo del film? “Capire come e perchè Berlusconi ha saputo toccare certe corde intime del Paese”. Servizio di David Perluigi, montaggio Paolo Dimalio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Libia, La Russa: “Non ci sono divisioni nella maggioranza”

next
Articolo Successivo

A Milano Sinistra e associazioni in piazza contro la guerra in Libia

next