Dopo 22 anni di attesa, depistaggi e altri filoni investigativi seguiti, si è aperto oggi presso il palazzo di Giustizia di Trapani il processo per individuare gli assassini di Mauro Rostagno. Un delitto che secondo gli inquirenti è stato deciso e portato a termine dalle cosche trapanesi appartenenti a Cosa nostra.  La prima udienza è stata accompagnata da una manifestazione silenziosa di quei cittadini che assieme ai familiari di Mauro si sono spesi affinché si celebrasse un procedimento per ristabilire verità e giustizia. Nell’aula del Tribunale, 22 tra enti e associazioni hanno presentato domanda per costituirsi parte civile.   Video a cura di Acmos per commentare clicca qui

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il fratello di Berlusconi, Oscar Di Maio

next
Articolo Successivo

Ruby, Barbareschi ‘Il trasformista’: “Voterò con Fli”. Ma poi si astiene e ci ripensa

next