“La procura della Repubblica di Milano prosegue nel suo lavoro quotidiano, in piena serenità, nel saldo riferimento ai principi costituzionali della eguaglianza di tutti davanti alla legge (articolo 3), della obbligatorietà dell’azione penale (articolo 112), della presunzione di non colpevolezza (articolo 27)”. Lo scrive il procuratore della Repubblica di Milano, Edmondo Bruti Liberati, in una nota diffusa alla stampa e relativa all’inchiesta sul caso Ruby. Alla fine del comunicato, Bruti precisa che “sono tuttora in corso attività di indagine ai sensi degli articoli 326 e 358 codice di procedura penale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Procura di Catania, nessuno si faccia illusioni

next
Articolo Successivo

Alfano: “L’Anm non vuole scontro politica magistratura? Da che pulpito…”

next