A rosicchiare gli ossi del Berlusconi bollito si sono dunque riuniti gli scalpitanti feudatari della Padania indipendente. Bossi ha condotto il Trota al banchetto per insegnargli l’uso del tovagliolo e siccome a tavola c’era anche Massimo Ponzellini, presidente della Popolare di Milano, lo ha anche erudito sull’uso delle banche nel Nord meritocratico. Dal fuoco del cuoco Gino sono usciti finferli e porcini e il consigliere Rai Angelo Maria Petroni. Mentre dal cuoio di Tremonti è saltato fuori Aldo Brancher, ex prete, ex carcerato, ex ministro, il vero contabile dei valori leghisti, transitati da Carlo Cattaneo alla palude romana, passando per Crediueronord.

Il cotechino, le lenticchie e il pallottoliere per contare la persistenza della maggioranza, al netto dell’attuale inflazione, li ha portati Calderoli, indimenticato regista delle riforme costituzionali ideate lì vicino, nella baita di Lorenzago, anno 2005, e purtroppo finite nel nulla. Al momento delle grappe ha telefonato il Cavaliere supremo. Ma siccome straparlava di comunisti in cachemire, barche, scarpe su misura, tramite una potente cimice padana, hanno trasferito la chiamata direttamente a D’Alema. Che l’ha girata a Signorini.

Il Fatto Quotidiano, 6 gennaio 2010

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nulla a che fare col tornaconto personale

prev
Articolo Successivo

Il “responsabile” Moffa spara ancora su Fli
Ma i futuristi si dicono blindati

next