/ / di

Valeria Brigida Valeria Brigida

Valeria Brigida

Giornalista

Sono una giornalista esperta in diritti umani e migrazioni. Ho lavorato per Rai, Repubblica e Il Fatto Quotidiano. Il mio rapporto di odio e amore verso l’Italia mi ha spinta a partire. Ho vissuto e lavorato in Gran Bretagna, Libano, Tunisia, Egitto, Haiti, Etiopia e Sud Sudan. Ma, alla fine, sempre a Roma torno. Mi piace raccontare le storie delle persone. Soprattutto delle donne. È quel che ho provato a fare anche nel libro Horreyya! La rivoluzione delle donne egiziane. Se non ora, quando?

Post di Valeria Brigida

Cinema - 28 febbraio 2016

‘Fuocoammare’, anche la canzone è un gioiello prezioso

Questa non vuole essere una critica cinematografica perché non è il mio mestiere. E, a dirla tutta, benché da qualche anno sia un’attenta osservatrice dei fenomeni migratori che interessano l’area mediterranea, provo anche un po’ di timore nel pubblicare queste righe sul lavoro che ha appena vinto l’Orso d’oro a Berlino. Questi sono i pensieri […]
Media & Regime - 23 dicembre 2015

Immigrazione, tanto ‘rumore’ giornalistico e poca informazione

The Guardian sceglie il greco Yannis Behrakis dell’agenzia Reuters come fotografo dell’anno, perché è stato capace di catturare attraverso le immagini l’essenza delle due storie più importanti del 2015: la crisi dei rifugiati e l’implosione finanziaria della Grecia. E, a proposito di rifugiati, mai come nel 2015 in Italia si è parlato tanto di migrazioni. Sia […]
Cronaca - 4 dicembre 2015

Baobab, lo sgombero è una sconfitta per la collettività

Il comune di Roma vuole chiudere il Baobab. E’ una decisione insindacabile. E per molti aspetti. Primo tra tutti, la tutela della salute di chi transita per questo centro di accoglienza informale che da maggio a oggi ha ospitato oltre 35.000 migranti. Ma il Baobab non è solo un luogo fisico. Il Baobab rappresenta il […]
Mondo - 18 ottobre 2015

Migranti, ‘Con questi pulsanti decido se far proseguire i treni per l’Ungheria o fermarli qui’

Cosa succede se Orban chiude il confine? “Se l’Ungheria chiude il confine non cambia nulla” spiega Juric, generale dell’esercito croato. “Tutto dipende da cosa decideranno l’Austria e la Germania. Se l’Austria e la Germania chiudono, la Croazia chiude”. E la Serbia? “Non lo so, ma il rischio è un effetto domino: la Croazia chiude, così […]
Mondo - 16 ottobre 2015

Migranti, sul treno dalla Croazia: ‘I love Italy! But Germany is better!’

Una piccola stazione ferroviaria in aperta campagna. Se non fosse per le camionette della polizia che la circondano con le loro luci a intermittenza, si farebbe fatica a individuarla in questa notte calata all’improvviso. Fa freddo. E la colonna di migranti scende silenziosamente dall’autobus che da Opatovac l’ha condotta qui. Ci si stringe tra le […]
Mondo - 15 ottobre 2015

Migranti in transito, la memoria dei croati fa strani scherzi

Foto: @Giuseppe Chiantera/Ulixes Pictures Dal confine ungherese ci spostiamo a quello serbo attraversando le campagne della Slavonia. Passiamo per Vukovar. Una grande bandiera croata sventola sulla torre dell’acquedotto che porta i segni dei violenti combattimenti di ventiquattro anni fa. I fori dei proiettili su molte delle abitazioni della città sono ancora lì. E riaffiora alla […]
Mondo - 13 ottobre 2015

Migranti, in Croazia il cammino è un affare ungherese

Una primavera e un’estate passate a seguire gli sbarchi di migliaia di persone nel sud Italia. Il loro veloce transito per una Capitale da troppo tempo incapace di dare una risposta politica adeguata ai suoi stessi abitanti e a queste persone il cui unico scopo è riposarsi un attimo per continuare il viaggio verso il […]
Diritti - 11 settembre 2015

Marcia degli scalzi: la salvezza in un bacio

#PhotosOfTheDay: A daily curated gallery featuring some of the best and newsworthy images – http://t.co/voUavLHskN pic.twitter.com/P9icbWvmk7 — AP Images (@AP_Images) 9 Settembre 2015 E’ un’immagine che toglie il fiato. E’ l’elogio della vita. Se avessero chiesto loro di mettersi in posa, probabilmente l’effetto non sarebbe stato lo stesso. Il suo braccio l’avvolge. E lei si […]
Diritti - 1 settembre 2015

Migranti, Strasburgo: quel desiderio irriducibile di futuro che l’Italia voleva negare

L’Italia è stata condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo per la detenzione “illegittima” di tre migranti tunisini nel Centro di primo soccorso e accoglienza (CPSA) di Lampedusa e sulle “navi-prigione”, ovvero, navi civili da crociera che nel 2011 furono trasformate in Centri di Identificazione ed Espulsione (Cie) galleggianti, appena fuori Palermo. Il […]
Diritti - 22 luglio 2015

Migranti: EuNavForMed, Wikileaks e ‘le vittime collaterali’ di cui nessuno parla

migranti675 Cosa sappiamo di quanto accade proprio a poche miglia dalle coste libiche? L’assenza di informazioni e l’impossibilità – dovuta a rischi oggettivi – di documentare cosa accade in Libia potrebbe rivelarsi “un buco nero dove sprofonda il diritto all’informazione”. Lo scorso 26 maggio, Wikileaks ci aveva avvisati di due protocolli riservati della Ue: ma quanti giornalisti […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×