/ / di

Manuela Campitelli Manuela Campitelli

Manuela Campitelli

Giornalista e ideatrice di www.genitoriprecari.it

Mi chiamo Manuela Campitelli, classe 1979, giornalista e mamma di Mattia ed Enrico. Mi sono laureata in Scienze Politiche a 24 e sono diventata poco dopo una giornalista professionista. Vanto una lunga gavetta alle spalle e una collezione di contratti atipici nel cassetto, accanto ai sogni. Ho iniziato a lavorare a 18 anni come giornalista, prima nei quotidiani locali romani, poi per il settimanale di informazione indipendente Carta e infine come addetto stampa alla Regione Lazio nella precedente legislatura. Da quando sono diventata mamma ho aperto il blog genitoriprecari.it, per raccontare storie di ordinaria precarietà ma anche per creare una rete di mutuo soccorso tra genitori “atipici”, senza nido e senza posto fisso.
Questo perché, quando sono rimasta incinta, all’età di 30 anni, l’inizio della mia gravidanza ha coinciso con la fine del mio lavoro.
Scaduto il primo trimestre è scaduto anche il contratto. Di lì a poco la mia pancia avrebbe preso forma, dichiarando al mondo che sarei diventata mamma “a tempo indeterminato”. E allora ho tirato un bel respiro, ho realizzato che ce l’avrei comunque fatta e ho sorriso pensando che finalmente qualcosa di indeterminato nella mia vita c’era: mio figlio, che oggi ha 4 anni e due grandi occhi azzurri e un fratello in arrivo. Per farla breve, sono una mamma precaria, come ce ne sono tante, sempre in bilico tra pappe, pannolini e contratti farlocchi.
Nel 2012 ho fondato l’associazione Punto D, che si occupa della promozione della salute e del benessere psicofisico delle donne, dell’effettivo esercizio dei diritti inviolabili, del contrasto della violenza e delle discriminazioni di genere e dell’esclusione sociale, politica ed economica delle donne. Dagli inizi del 2013 collaboro con Donne di Fatto, la sezione femminile del Fatto Quotidiano. Scrivo di attualità in un’ottica di genere, raccontando la forza dei diritti dei donne: quelli acquisiti e quelli che rischiano di perdere ma soprattutto quelli che vogliono rivendicare. La collaborazione con Donne di Fatto ha rappresentato un punto di svolta, per chi, come me, ha sempre pensato di raccontare il mondo attraverso la voce delle donne.

Blog di Manuela Campitelli

Scuola - 3 settembre 2013

Scuola materna: la lotteria dell’iscrizione

Maternità a confronto. Lei ha 40 anni, un lavoro a tempo pieno e un contratto a tempo indeterminato. Una posizione solida in una grande società, scatti di carriera, premi di produzione, buoni pasto, tredicesima e cesto a natale. Praticamente un animale in estinzione. L’altra è semplicemente disoccupata, o meglio, in cerca di occupazione. La prima […]
Società - 1 agosto 2013

Asili nido, la riforma tedesca che fa bene alla crescita economica

Stiamo sbagliando qualcosa. E forse, dalle parole, è tempo di passare all’indignazione. Un paese che non investe nel proprio futuro è anche un paese che lascia a casa i bambini dalle scuole e le donne dal lavoro. E questa è la storia dell’Italia. Parte oggi, primo agosto, dalla Germania, una delle più importanti riforme sociali […]
Donne di Fatto - 26 luglio 2013

#Resistpregnant, in Turchia la rivolta delle donne incinte

La rivolta delle donne incinte. Arriva ancora una volta dalla Turchia la delle voce di protesta delle donne, che ieri sera sono scese in piazza in diverse città del paese in contrapposizione alle dichiarazioni del teologo islamico Omer Tugrul Inancer, che sulla tv pubblica Trt1 ha affermato che non solo è “immorale” ma anche “antiestetico” […]
Donne di Fatto - 2 luglio 2013

Maternità uguale povertà nell’Italia 2013?

Marisa aveva 32 anni quando mi scrisse per la prima volta. Era arrabbiata, talmente infuriata che mi inviò una mail in posta privata, scritta senza pause. Da leggere tutta d’un fiato. Contestava uno dei post più ‘celebri’ che ho scritto per il mio blog ‘10 e più buoni motivi per diventare mamma oggi, nonostante tutto‘, […]
Donne di Fatto - 3 giugno 2013

Mai più violenza sulle donne. Aula vuota? Piazza piena!

Le cose non erano iniziate benissimo. Le previsioni davano temporale e il cielo alle prime luci dell’alba sembrava confermarlo: la manifestazione Mai più, quella per cui tante di noi avevano lavorato sodo per giorni, l’avrebbe accompagnata la pioggia. Le telefonate erano ancora più minacciose del tempo: “ma qui da me c’è il diluvio, è tutto […]
Società - 24 maggio 2013

Allarme Italia: 1 bambino su 3 è a rischio povertà

L’Italia è un paese povero, sterile e sconfitto. Otto milioni di italiani vivono con meno di mille euro al mese. L’ascensore sociale è tornato indietro di 27 anni e aumenta in maniera esponenziale il numero di minori a rischio povertà. L’Atlante dell’infanzia (a rischio) di Save the children  non lascia scampo: la miseria cresce fra […]
Donne di Fatto - 30 aprile 2013

Femminicidio, rompere il silenzio dopo Michela e le altre

E’ trascorsa una settimana appena dal flash mob “Rompiamo il silenzio. Un fiore per Michela e le altre” organizzato dopo il femminicidio di Michiela Fioretti, l’infermiera di Ostia uccisa a colpi di pistola dall’ex marito. Cinquecento donne in piazza, cinquecento fiori per rompere il silenzio. Con noi le figlie piccole di Michela, la madre e i […]
Donne di Fatto - 19 aprile 2013

Femminicidio, flash mob ‘Rompiamo il silenzio’ contro la violenza sulle donne

Denise, Michela e Lucia. Le prime due  uccise a colpi di pistola mentre erano in macchina, l’ultima sfigurata con l’acido. Tutte ammazzate o aggredite per mano dell’ex marito o dell’ex fidanzato. Tre donne morte in tre giorni: una al giorno. Michela è l’ultima in ordine di tempo: faceva l’infermiera a Ostia, aveva 40 anni e […]
Diritti - 15 aprile 2013

Asili nido e miseri voucher Fornero: i flop degli aiuti alle neomamme

Le due notizie sono uscite quasi in parallelo. Un giorno apro il giornale e leggo questa: le mamme che rinunciano al congedo parentale successivo a quello obbligatorio possono domandare all’Inps un voucher di 300 € mensili, per un massimo di sei mesi, destinato a pagare la retta del nido o della baby sitter. Però, mica male. Il […]
Economia & Lobby - 5 aprile 2013

Vittime della crisi: suicidi o omicidi di Stato?

Moglie e marito si uccidono, a seguire il fratello di lei. E’ sicuramente questa la notizia di oggi. Sessantotto anni la donna, sessantadue l’uomo e settanta il cognato. Una notizia di cronaca, se non fosse per un dettaglio dai risvolti sociali drammatici: le difficoltà economiche all’origine del gesto. E’ sempre complicato parlare di un suicidio. […]
Test ingresso università 2013, 115mila diplomati: oltre 80mila per Medicina
Ministro Carrozza, priorità alle parole o ai fatti?

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×