/ / di

Loretta Napoleoni Loretta Napoleoni

Loretta Napoleoni

Economista

Sono un’economista ed ho lavorato a lungo in finanza a Londra e San Francisco. Da più di 20 anni studio il terrorismo e collaboro con governi ed organizazioni internazionali. Nel 2005 ho presieduto il gruppo di esperti sul finanziamento del terrorismo per la conferenza internazionale su terrorismo e democrazia organizzata dal Club de Madrid. Ho anche collaborato con con numerose forze dell’ordine, tra cui la Homeland Security statunitense, l’International Institute of Counter-Terrorism israeliano, la polizia catalana e l’esercito Turco. Ho insegnato alla Judge Business Schools di Cambridge e nel 2009 sono stata invitata come relatrice alla Ted Conference sui temi del terrorismo. Tra gli incarici attuali Faccio parte del comitato scientifico del think tank Fundaciones Ideas creata dall’ex primo ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero, sono socia fondatrice di una società di consulenza Britannica che si occupa di terrorismo e pirateria e presidente di Food Freedom. Ho scritto molti libri tra cui Terrorismo SPA, Economia Canaglia e Maonomics, sono tradotta in 18 lingue, incluso l’arabo ed il cinese. L’ultimo si intitola ISIS, lo stato del terrore, uscito in 20 nazioni. Sono editorialista per diverse testate straniere tra cui El Pais ed il Caffè, in Italia scrivo per il Venerdi della Repubblica ed il Fatto.it.(maggiori info su www.lorettanapoleoni.net)

Blog di Loretta Napoleoni

Economia Occulta - 17 luglio 2016

Terrorismo, perché l’Europa non è più una ‘fortezza’?

nizza 675 Colpita la Francia nel giorno in cui si commemora la presa della Bastiglia, il simbolo più terrificante dell’assolutismo despotico europeo, da parte del popolo parigino. Un anniversario che dovrebbe essere celebrato anche nel resto del mondo libero dal momento che è stata la rivoluzione francese a piantare il germe della democrazia popolare. La scelta del 14 luglio, quindi, non […]
Zonaeuro - 3 luglio 2016

Brexit, non c’è progetto europeo che tenga senza il rispetto del voto popolare

juncker-farage-675 I temi più caldi della campagna pro Brexit sono stati l’immigrazione e la sicurezza, in altre parole il controllo delle frontiere. E infatti David Cameron lo ha fatto presente ai colleghi europei nell’incontro di Bruxelles: la maggioranza degli inglesi ha votato per lasciare l’Unione perché hanno la netta sensazione di non poter gestire i propri confini nazionali. L’attentato all’aeroporto di Istanbul, l’ultima carneficina […]
Zonaeuro - 26 giugno 2016

Brexit, è l’inizio di un nuovo ordine mondiale?

brexit_675 Nigel Farage, il leader dell’Ukip, il partito euroscettico della destra britannica, ha dichiarato che la vittoria del ‘No’ all’Unione europea segna l’alba dell’indipendenza britannica, “our independence day”. Ma si potrebbe aggiungere che la Brexit potrebbe diventare l’alba del nuovo ordine mondiale, dove confini, istituzioni e persino monete cessano di esistere e vengono rimpiazzate. Partiamo proprio […]
Mondo - 19 giugno 2016

Strage di Orlando, per l’Isis vittoria propagandistica. Ma pur sempre una vittoria

isis-675 Ancora una volta lo scontro politico in una nazione occidentale verte intorno all’operato dell’Isis, o di chi usa questa bandiera jihadista per commettere azioni violente. Negli Stati Uniti, Barack Obama e Donald Trump si sono accusati a vicenda riguardo alla strage di Orlando. Il primo facendo presagire agli americani più attacchi del genere se Trump […]
Economia Occulta - 12 giugno 2016

Brexit, tutti pronti per la catastrofe. Ma non fate appelli al ‘buon senso’ degli inglesi

brexit-675 Chi ha paura della Brexit? Viene spontaneo rispondere: gli stessi che hanno paura di Virginia Woolf – la celeberrima rappresentazione teatrale riguardo alla fine del matrimonio di una coppia di mezza età – e cioè chi, semplicemente, temendo il cambiamento per motivi di conformità, sarebbe disposto a rimanere dentro un matrimonio che non funziona. Certamente […]
Mondo - 5 giugno 2016

Iraq, come a Falluja l’Occidente rischia di offrire nuove reclute all’Isis

falluja-675 Tra il 2003 ed il 2004, i Marines americani hanno partecipato ad alcuni dei più sanguinosi combattimenti della guerra in Iraq durante l’assedio di Falluja, una cittadina a meno di 80 chilometri da Baghdad, nel cosiddetto triangolo sunnita. Al Zarqawi ed il suo gruppo di jihadisti avevano stabilito una delle loro basi strategiche proprio in […]
Economia Occulta - 29 maggio 2016

Banca svizzera italiana travolta da uno scandalo che può diventare mondiale

singapore 675 Arriva dall’Asia l’ennesimo scandalo finanziario che questa volta vede coinvolta un istituto bancario svizzero, la Banca della Svizzera Italiana (BSI), con alle spalle una tradizione di 140 anni. Ma questo è uno scandalo che non rimarrà circoscritto ad una singola istituzione; la Bsi è solo la prima di una lunga serie di banche occidentali, cresciute […]
Economia Occulta - 22 maggio 2016

EgyptAir: terrorismo o altro, il turismo egiziano cola a picco

Egyptair 1 675 Bisognerà aspettare settimane per sapere con certezza se il volo 804 dell’EgyptAir che è precipitato nel Mediterraneo è stato vittima di un attentato terrorista oppure si è trattato di un problema tecnico. Per ora nuove prove indicano che è scoppiato un incendio in uno dei bagni del velivolo, ma non se ne conosce la natura. […]
Economia Occulta - 15 maggio 2016

Crisi, disoccupazione e banche al collasso. L’Italia sprofonda ma si pensa solo a Pizzarotti

La politica interna ha sempre il sopravvento sulla quella estera, è questo un principio universale. Quindi perché meravigliarsi se in Italia il dibattito politico – o almeno quello che rimane della battaglia di idee che la politica dovrebbe essere – è sempre concentrato su questioni ‘nostrane’? Anche il processo di gettare fango sui nemici politici […]
Economia Occulta - 8 maggio 2016

Afghanistan, un paese fondato sull’oppio. E i talebani sono i primi a guadagnarci

afghanistan-oppio-675 El Nino è stato miracoloso per i Talebani, ha regalato all’Afghanistan il miglior raccolto di oppio degli ultimi dieci anni. L’arrivo delle piogge durante la stagione della crescita del papavero ha infatti fertilizzato il terreno. Ma anche l’abbandono della politica di eradicazione di questa coltura, decisione presa dal governo per ingraziarsi i contadini, ha contribuito all’annata […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×