/ / di

Aldo Ricci Aldo Ricci

Aldo Ricci

Autore e blogger

Provengo da una famiglia delle buona borghesia fiorentina che mi ha instillato valori liberal improntati sulla larghezza, non sull’altezza (leggi principi), delle vedute e quindi il rispetto per le opinioni altrui. Ho fatto parte del movimento anti/autoritario della libera università di Trento (1968) da posizioni liberal – “l’opposizione costituzionale interna al movimento”. Mentre le compaine d’abord si occupavano di Lenin, Marx & Mao Tze-tung, io studiavo Freud, Max Weber & Marshall McLuhan, occupandomi anche di istituzioni totali: carceri, manicomi etc. Mi laureai a pieni voti, non politici, con una tesi sulle carceri poi pubblicata con il titolo Il Carcere in Italia, best seller Einaudi (1971). Sono stato consulente, reporter, giornalista, aiuto regista, sceneggiatore, imprenditore e avventuriero nella cultura e nell’arte. Ho realizzato una ricerca in USA sull’innovazione tecnotronica dell’immagine, tradotta in multivision: La Società dello Spettacolo, Rotonda della Besana, Camel Award 1975. Ho partecipato all’Operazione Arcevia, Biennale di Venezia 1976. Ho pubblicato I Giovani non sono Piante (SugarCO 1978), Contro il 68 (Gammalibri 1982). Ho vissuto cinque anni a Rio de Janeiro contribuendo tra l’altro al Progetto Apoena, contro spedizione per la decolonizzazione dell’Amazzonia (1979-81). Ho vissuto tre anni a New York lavorando come insegnate d’italiano, fashion consultant, etc. fino al 2000. Ho pubblicato Il Tonto (2001) – “un libro maledetto” , secondo Marco Travaglio – ritirato dal mercato e parzialmente ripubblicato da Robin editore, con il titolo Brasile d’Inferno (2006). In attesa di pubblicare il romanzo l’Inganno, mi occupo d’arte contemporanea e d’altro. http://aldoricci.wordpress.com/

Blog di Aldo Ricci

Elezioni Amministrative 2014 - 27 maggio 2014

Amministrative 2014: Anna Ravoni, sindaco di Fiesole: un successo in contro/tendenza

Anna Ravoni, 55 anni, di professione commercialista, è il neo sindaco di Fiesole & dintorni. Così sbaragliando decenni, dal 1948 a oggi, di un’egemonia prima rossa, quindi rosa, rosé e finalmente a pallini di quel sedicente rott/amatore di Matteo Fi/Renzi che ha stravinto, con l’accento e con percentuali bulgare in tutta la Toscana, ma non […]
Cronaca - 17 maggio 2014

Omicidio Rostagno: i misteri del processo

Alla fine di un processo durato 26 anni – 76 udienze e 144 testi – la Corte d’Assise di Trapani ha condannato all’ergastolo il supposto unico mandante Vincenzo Virga e Vito Mazzara, uno dei killer di Mauro Rostagno. Visto e considerato che – dopo un’interminabile e controversa camera di consiglio durata 59 ore – “ha […]
Cultura - 19 aprile 2014

Macchine ideologiche

Ieri pomeriggio in auto, sintonizzati su Rai 3, ascoltavamo Mario Fortunato il quale, presentando il suo libro Le Voci di Berlino, ha avuto modo di de/finire il fascismo e il comunismo come “le due macchine ideologiche del ‘900”. Macchine stritolanti che, nonostante il bene augurante pronostico di Daniel Bell su La fine dell’ideologie (1960), continuano a imperversare a torto […]
Economia & Lobby - 29 marzo 2014

Un operatore finanziario si confessa

‘Le banche incassano 4,6 miliardi. Gli italiani si vendono 300 tonnellate di oro per 14 miliardi di preziosi usati’ – titola il Fatto di oggi – Poi il calo perché non hanno più nulla da vendere. Un mese fa circa in treno, stavo leggendo il post di Fabio Balocco sull’insicurezza dei conti on line dai quali possono […]
Società - 19 febbraio 2014

Saviano e il successo: uomini e personaggi

Roberto Saviano confessa a El Pais che non gli è valsa la pena aver fatto tutto quel che ha fatto. “Una volta varate le vostre creazioni state pur certi che saranno rivolte contro di voi – aveva avvertito Henry Miller – sarete un’eccezione se non vi riuscirà di non essere sopraffatti e inghiottiti dai mostri che […]
Media & Regime - 23 gennaio 2014

‘Gli anni spezzati’: un Paese obliterato

Marco Travaglio nell’editoriale Il suicidio di Calabresi su il Fatto Quotidiano dell’11 scorso, mi riporta a un pezzo di Vincenzo Sparagna su Frigidaire: Mauro Rostagno. Nessuno lo ha ucciso? “Il peccato originale di questa fiction – Travaglio si riferisce alla Rai fiction Gli anni spezzati, quelli di piombo – è che mancano i nomi e […]
Società - 15 gennaio 2014

Depressione: mali oscuri ma non poi tanto in questa Italia

Secondo Caterina Bonvicini – nel suo pezzo sul Fatto Quotidiano del Lunedì definire la depressione endogena o esogena è una semplificazione. “La depressione – verga la scrittrice – è quel groviglio di errori che a un certo punto della vita ti crolla addosso intero. Era tutta colpa mia, insomma. Perché non ero capace di guardarli (o […]
Cultura - 13 settembre 2013

The Spirit of ’45, progressisti & non

Intellò, ridicoli e stronzi di Alfonso Berardinelli sulla prima pagina de Il Foglio in edicola, fornisce il destro e il sinistro uniti per inter/venire su The Spirit of ’45, il documentario di Ken Loach a proposito e a sproposito dello spirito che permeò l’Inghilterra del secondo dopoguerra, e che consentì l’imprevisto trionfo del Labour (leggi […]
Stile - 23 agosto 2013

C’era una volta l’Italia

Rimpianto per un’Italia che sta scomparendo è il titolo del pezzo che Ed Vulliamy dell’Observer pubblica sull’Internazionale in edicola, con questo sottotitolo l’Europa meridionale cerca di conservare uno stile di vita rilassato, che politici ed economisti nordeuropei combattono, salvo apprezzarlo durante le vacanze estive. A parte il fatto che quell’Italietta che il giornalista britannico rimembra è scomparsa da lustri, […]
Politica - 29 luglio 2013

Viva la libertà, le larghe intese e la patria della retorica

Su La Stampa di ieri il lucido pezzo Luca Ricolfi La sinistra che nega la realtà, in cui il sociologo prende le mosse dalle critiche che hanno subissato il politico Stefano Fassina, reo d’aver affermato che oltre agli evasori abituali, la crisi ha determinato anche un’evasione “da sopravvivenza” di tutti coloro che, avendo perso il […]
Elezioni comunali e regionali 2014, risultati e ballottaggi. Abruzzo e Piemonte al Pd
Reggio Emilia, ombra dei brogli sulla vittoria del sindaco. M5S: “Schede sospette”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×