Come ogni martedì, arrivano puntuali le anticipazioni del numero di Chi di questa settimana, in edicola a partire da domani. E’ Gabriele Parpiglia a fornirne una abbastanza succosa agli amanti del gossip, attraverso il suo profilo Instagram: “Simona Ventura e Gerò Carraro sono in crisi – scrive il giornalista della rivista diretta da Alfonso Signorini – e lei dice: “Ora le mie priorità sono altre, mia madre e i miei figli”. I due stanno insieme da sette anni ma stando a quanto riportato da Parpiglia, “Gerò è sempre meno presente nella vita di Simona e della sua famiglia che sta attraversando un momento delicato”.

CHI ESCLUSIVO: SIMONA VENTURA E GERÒ CARRARO SONO IN CRISI. E LEI DICE: «ORA LE MIE PRIORITÀ SONO ALTRE, MIA MADRE E I MIEI FIGLI» Sul numero di Chi in edicola da mercoledì 13 settembre una notizia clamorosa: dopo sette anni di amore Simona Ventura e Gerò Carraro sono in crisi. I due hanno smesso di ‘pubblicarsi’ sui social, dove avevano raccontato le tappe del loro legame, e Gerò è sempre meno presente nella vita di Simona e della sua famiglia che sta attraversando un momento delicato: la mamma della conduttrice si sta riprendendo da un incidente (si è rotta un femore), mentre i suoi figli maschi sono in viaggio fra Trieste (Niccolò) e Londra (Giacomo) per motivi di studio e sport. «Va tutto bene», spiega a Chi la Ventura, «ma in questo momento le mie priorità sono altre. I miei figli, i viaggi all’estero per Giacomo, la scuola con Caterina e il brutto incidente di mia mamma. Insomma un caos, ma tengo botta». Già lo scorso luglio Simona si era presentata senza Gerò, ma con la mamma, alla prima della Turandot diretta da Alfonso Signorini, poi, nelle foto delle vacanze, il figlio di Nicola Carraro appariva sempre meno, sullo sfondo, diversamente dal solito. La “colpa” di Gerò sarebbe proprio quella di non aver letto il momento difficile della propria compagna, che a un certo punto si è decisa ad andare avanti da sola, sia per quanto riguarda la gestione della famiglia, sia per quanto riguarda il cuore.

Un post condiviso da Gabriele Parpiglia (@gabrieleparpiglia) in data: