Ricordate gli eccessi e i bagordi di Magaluf, la località di Palma di Maiorca preferita dai turisti inglesi sempre avvinazzati? Bene, il far west alcolico potrebbe avere presto una fine, almeno a sentire le parole di Antoni Noguera, trentasettenne sindaco della splendida isola delle Baleari. Parole dure, visto che il primo cittadino di Maiorca ha definito i turisti inglesi e tedeschi “feccia”: “Sono una minoranza che non vogliamo. È il turismo dell’ubriachezza. Arrivano sull’isola per la promessa alcolica, quasi tutta concentrata a 200 o 300 metri da Playa de Palma”.

Qualche ordinanza restrittiva è già arrivata, ma gli effetti benefici non si sono ancora visti. Ecco perché Noguera ha intenzione di ridisegnare l’immagine dell’isola nel mondo, cercando di sradicare la nomea di paradiso dei bagordi che tanto fa arrabbiare i maiorchini (ma li fa anche arricchire, a dirla tutta). “Abbiamo chiesto ai locali di riorientare il loro business – ha aggiunto il sindaco – Il prossimo anno ci saranno nuove regole, metteremo fine a questo turismo”. Le intenzioni, dunque, sembrano buone. Resta da capire se gli irrefrenabili turisti inglesi e tedeschi troveranno un altro luogo adatto alle loro “esigenze” e se l’economia di alcune zone di Palma di Maiorca riuscirà a rimpiazzare i loro soldi.