La moglie era già a libro paga da quasi un anno. Il marito invece è stato inserito soltanto da qualche giorno. A pochi mesi dalla fine naturale del suo governo, Rosario Crocetta riesce a battere ogni record. Tra i consulenti esterni della sua giunta, infatti, il governatore della Sicilia, è riuscito nell’impresa di includere una coppia di coniugi. Nella fattispecie – come racconta livesicilia.it – si tratta di un geometra e un’avvocato di Mistretta, in provincia di Messina. Il marito si chiama Rosario Andreanò e – come risulta dal portale web della presidente della Regione – il 27 giugno scorso è stato nominato da Crocetta istruttore del suo ufficio di gabinetto.

Già componente del consiglio d’amministrazione dell’Irsap – l’istituto regionale che in Sicilia si occupa di attività produttive –  Andreanò è un dirigente locale del Megafono, il movimento politico fondato dall’ex sindaco di Gela. Alla Regione Siciliana il geometra troverà sua moglie, Maria Teresa Zampino, che nel 2016 è stata nominata consulente legale dell’assessore alle Attività produttive, Mariella Lo Bello. Quella che è indicata come il braccio destro di Crocetta ha rinnovato ogni tre mesi l’incarico alla Zampino: l’ultima proroga è del 17 maggio scorso e scadrà il 17 agosto in cambio di 2.065,83 euro lordi. Ancora da stabilire lo stipendio di suo marito, che però dovrebbe essere di poco inferiore. A sei mesi dalle elezioni, dunque, Crocetta è riuscito ad assicurare un piccolo riconoscimento anche ai coniugi Andreanò, varando nello steso tempo il primo esempio di  famiglia di consulenti nella storia della Regione Siciliana.