I cancelli di ModenaPark si sono aperti intorno alle 21.20 di venerdì sera e in città, dove tante attività sono state bloccate in attesa dell’evento dei record di Vasco Rossi, continuano i controlli anti-abusivi della polizia nell’area concerto. Dopo il furgone carico d’acqua di venerdì mattina, oggi sono stati sequestrati orologi e portasigarette in via San Faustino, cocomeri e meloni in via Emilia Ovest, sciarpe e cappellini in via San Cataldo e generi alimentari sulla Nazionale per Carpi alla Madonnina. Circa dieci le sanzioni comminate per violazioni amministrative, una per la vendita di superalcolici e un’altra per la vendita di bottiglie di vetro in via Luosi alle 23.30 di venerdì.

Sull’account Twitter la Polizia di Stato ricorda regole e divieti per l’accesso all’area: “Vietato introdurre biciclette, skateboard overboard, pattini, tende, sacchi a pelo, trombette da stadio. Vietato introdurre borse, trolley, e zaini più grandi di 10 litri e bombolette spray. Vietati anche bastoni da selfie, treppiedi. Aste consentite: stampelle, tutori con certificato medico”. E ancora “no alcolici, no bevande in lattine, bottiglie vetro, borracce metallo e in bottiglie plastica più grandi di 0,5 litri”, oltre al divieto anche per “veleni, sostanze nocive, materiale infiammabile, penne e puntatori laser”.

A tre ore dall’inizio, sono oltre 170mila gli spettatori entrati nell’area concerto. A Modena ci sono oltre 30 gradi e l’umidità è altissima: diverse persone hanno accusato malori e leggeri svenimenti e gli organizzatori distribuiscono centinaia di bottigliette d’acqua. Un uomo di 40 anni, che avrebbe probabilmente partecipato al concerto, è morto all’ospedale di Baggiovara, dove era stato ricoverato per un infarto verso le 6 di questa mattina. E’ stato soccorso dai sanitari del 118 all’interno di un camper in via Newton, non lontano dall’area dell’evento.

La situazione della viabilità sia in ingresso che all’interno della città è ancora scorrevole, così come è fluido il passaggio degli spettatori in uscita dalla stazione ferroviaria. Sul sito dedicato all’evento è aggiornata in tempo reale la disponibilità dei parcheggi e sono consultabili, oltre alle mappe delle aree di sosta, le informazioni sui percorsi consigliati dai 14 caselli autostradali interessati dall’evento e sui percorsi pedonali per accedere all’area concerto. Disponibile anche il vademecum sui consigli per arrivare in città in auto, in treno o in bicicletta.