Austin Jones ha 23 anni e di professione fa lo Youtuber, ovvero la star del web. E’ lì che il ragazzo pubblica video nei quali canta cover davanti a uno sterminato pubblico di ragazzine.  Una carriera in ascesa, la sua, come quella di tanti altri colleghi diventati “famosi” proprio nello stesso modo. Eppure nella storia di Austin c’è qualcosa di diverso rispetto alle altre: già nel 2015, infatti, secondo quanto riportato da Billboard, alcune ragazzine lo accusavano di aver fatto loro richieste strane, come quella di mandare un video mentre facevano “twerking”. Lo stesso Austin, al tempo, fu costretto a intervenire ammettendo le sue colpe e chiedendo scusa.

A distanza di due anni la storia si ripete. Due settimane fa, Austin è stato arrestato mentre si trovava all’aeroporto di Chicago. L’accusa è quella di aver manipolato due ragazzine di 14 anni spingendole a girare dei filmati pornografici. Stando a quanto riportato dal Chicago Tribune, il cantante avrebbe chiesto a una delle due ragazze (entrambe conosciute su Facebook) di ballare in modo sexy mentre “diceva la sua età”. Le richieste si sarebbero fatte sempre più insistenti fino a che la ragazza si è ritrovata a mandare video dove compariva nuda dalla vita in giù. Storia simile anche con l’altra 14enne. Ora gli account social di Jones sono stati chiusi dalla Homeland Security con l’accusa di aver prodotto materiale di pornografia minorile.