Matteo Renzi ha trasformato il Pd in un partito di populismo dall’alto”. Questo il pensiero del sociologo Luca Ricolfi che alla fiera “Tempo di Libri” di Milano ha presentato il suo ultimo saggio “Sinistra e popolo” (Longanesi). “Tutta la polemica antitedesca di Renzi – continua – è di stampo populista, così come la polemica contro le auto blu e gli stipendi d’oro”. Ma Ricolfi accusa di populismo anche gli altri principali partiti dal Movimento 5 Stelle, alla Lega e Forza Italia. Con una piccola eccezione: “Non sono populisti quei partitucoli che nessuno conosce dell’area di centro: Casini, Alfano e le ceneri di Monti”.