Picchiato per ore e preso a bastonate per aver denunciato il maltrattamento dei cavalli in un maneggio di Caluso, nel Torinese. I due titolari sono stati arrestati martedì mattina dai Carabinieri con l’accusa di lesioni gravi, sequestro di persona e tentata estorsione. Il loro maneggio era stato protagonista di un servizio della trasmissione televisiva Striscia la Notizia quando, il 16 febbraio scorso, era scattato il blitz delle guardie zoofile proprio per presunti maltrattamenti sugli animali. Ad fare la segnalazione che ha provocato quel controllo, secondo i due titolari, è stata la vittima dell’aggressione, uno stalliere e istruttore d’equitazione.

A distanza di più di un mese dal blitz, i due hanno messo in atto la loro vendetta. Secondo l’accusa, hanno aggredito lo stalliere a bastonate, gli hanno rotto le braccia e lo hanno picchiato per ore, provocandogli altre ferite su varie parti del corpo. Già in occasione del controllo delle guardie zoofile, era stato necessario l’intervento dei carabinieri poiché uno dei due titolari del maneggio aveva manifestato forte agitazione per la presenza di una troupe della trasmissione televisiva di Canale 5. Gli arresti sono avvenuti in collaborazione con il personale del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale carabinieri di Torino.