Se non è un vero e proprio ritiro dalle scene, poco ci manca. Raffaella Carrà, in collegamento da Madrid con Barbara D’Urso per Domenica Live, ha infatti annunciato una sorta di pensionamento volontario: “Ho avuto tanto dalla vita. Adesso è l’ora di lasciare il passo alle nuove showgirl e ai nuovi showman”.

Non vedremo mai più la Raffa nazionale in televisione? Non esattamente, visto che lo staff della Carrà ha subito precisato che “sarebbe pronta a tornare soltanto se c’è un progetto che la appassiona davvero”. Diciamo che Raffaella ha semplicemente deciso di mettersi in stand-by, e a quanto pare ha recentemente rifiutato un’offerta per tornare in tv. Il presunto ritiro dalle scene, poi, arriva in diretta da Madrid, dove sta provando un grande show per i 60 anni di TVE, la televisione pubblica spagnola. E da quelle parti Raffaella Carrà è ancora una leggenda, forse addirittura più che in Italia.

Ma la chiacchierata con la D’Urso, oltre a generare la notizia del giorno (poi precisata e stemperata), è servita anche a ripercorrere la lunghissima carriera della Carrà, tra commozione e bilanci. Raffaella continua a difendere “Forte Forte Forte”, il clamoroso flop che l’ha vista protagonista su RaiUno, sottolineando come Manuela Zero, tra i concorrenti dell’inguardabile programma, stia facendo una carriera più che dignitosa. “Maria De Filippi è bravissima a lanciare nuovi cantanti – ha detto la conduttrice bolognese – e io volevo fare lo stesso con showgirl e conduttori. Con Manuela Zero ci sono riuscita”.

Ma tra un mezzo annuncio di ritiro dalle scene e un bilancio di una carriera irripetibile, la Carrà ha anche ricordato tra le lacrime Corrado, con il quale ha condiviso gli anni gloriosi di Canzonissima, programma che la lanciò ormai quasi cinquant’anni fa.