Sono veramente senza parole e profondamente indignato nel vedere che l’Italia sta diventando un Paese sempre meno accogliente verso i migranti, ma anche verso le persone disabili perché entrambi vengono ritenuti diversi.

Personalmente quanto accaduto a Gorino, frazione di Goro, in provincia di Ferrara mi ha sconvolto, perché invece di respingere le persone immigrate bisogna indignarsi su come viene gestito il fenomeno dell’immigrazione da parte della politica e vedere a chi conviene tutto questo enorme flusso di persone.

Ovviamente se ci sono delle persone che delinquono vanno giudicate secondo la legge attraverso le forze dell’ordine preposte che non devono subire tagli per poter garantire al meglio il proprio lavoro, perché come ho già detto più volte ogni persona è una ricchezza.

La politica e le persone devono imparare ad avere una dimensione di ascolto verso le persone che hanno bisogno.

Mi intristisce molto leggere quotidianamente che i disabili e gli immigranti non riescono ad integrarsi a scuola luogo che dovrebbe garantire a tutti gli strumenti per sviluppare al massimo le proprie potenzialità, invece ai disabili non viene garantito il sostegno per esempio e devono supplire le famiglie per evitare di lasciarci a casa per mesi.

Per cercare di risolvere questo problema bisogna considerare sia i disabili che i migranti delle persone e non dei numeri e soprattutto la politica non deve speculare su chi ha bisogno.

Se inizieremo a respingere le persone e ad alzare muri e barricate l’Italia sarà un Paese politicamente e socialmente fallito.