Dopo l’arrivo di Vincenzo Montella come allenatore del Milan, proseguono e si intensificano le manovre di mercato in casa rossonera. La società milanista vuole accontentare le richieste del nuovo tecnico. Per un attaccante che andrà via, Carlos Bacca, potrebbero arrivare due preziosi rinforzi per la squadra di Milano. Il colombiano ha trovato l’accordo per il suo ingaggio con il West Ham, club di Premier League che ha da poco cambiato lo stadio dando l’addio allo storico Upton Park, che è pronto a sborsare almeno 30 milioni di euro al Milan. Se la prima punta dovesse smettere di indossare la maglia rossonera sui campi da gioco, in arrivo ci sarebbe in pole position Leonardo Pavoletti davanti ad Antonio Candreva.

La dirigenza del Milan si dice disposta a pagare 10 milioni di euro più il cartellino di Suso per l’attaccante del Genoa. Una pista percorribile è anche quella che porta al forte centrocampista della nazionale e della Lazio. Con la società del presidente Claudio Lotito, Adriano Galliani ha dei buoni rapporti e con il quale vanta un credito per l’affare Alessandro Matri dell’anno scorso. Per acquistare l’esterno biancoceleste, i rossoneri devono superare l’offerta del Napoli di circa 28 milioni.

Anche l’Atletico Madrid interessato a Bacca – Nei giorni scorsi, una delle ipotesi davano un ritorno in Spagna per Bacca. L’attaccante del Milan risultava una delle scelte principali dell’Atletico Madrid per rinforzare il reparto offensivo: secondo Cadena Ser, i Colchoneros sono pronti a tentare i rossoneri mettendo sul piatto oltre venticinque milioni di euro. Per Bacca potrebbe essere il ritorno in Liga, vissuta da protagonista con la maglia del Siviglia, dopo una sola stagione in Serie A dove ha realizzato al suo primo anno 18 gol, con una media di una realizzazione di una rete ogni 137 minuti, dietro soltanto allo scorso capocannoniere del campionato italiano Higuain (36 gol) e Dybala. Bacca, comunque, non era la prima scelta della squadra allenata da Diego Simeone all’inizio del mercato: la lista dei desideri prevedeva i nomi di Higuain, Icardi e Diego Costa, tutti sfumati.