Il prossimo James Bond non sarà quello che vi aspettate. Le parole di Sam Mendes dal Festival di Hay spiazzano nuovamente i milioni di fan di 007. Il regista di Skyfall e Spectre, prossimo presidente della giuria al festival di Venezia 2016, sembra aver escluso che l’attore che andrà ad interpretare il celebre agente segreto al servizio di sua maestà sia lo sbandierato ai quattro venti Tom Hiddleston. Solo pochi giorni fa i bookmakers londinesi avevano sospeso le puntate per il 35enne londinese, celebre per la parte di Loki in The Avengers e Thor. Dato per certo dopo il rifiuto clamoroso di Daniel Craig, oltre 80 milioni di dollari che secondo le fonti del DailyMail l’attore avrebbe gettato nel pattume per i prossimi due film di Bond, Hiddleston era stato dato proprio nelle ultime ore in fitte trattative con Barbara Broccoli colei che dal 1996, alla morte del padre Albert Broccoli, storico produttore di Bond fin dal ’62, ha preso in mano le redini della produzione di un’icona cinematografica conosciuta in ogni angolo del pianeta.

Mendes, già in uscita dalla cabina di regia del franchise, è però rimasto vicino alla creatura che è riuscito a rilanciare sicuramente negli incassi, meno felicemente nella forma e nello stile: tra il 1 miliardo e 108 milioni di dollari guadagnati da Skyfall e gli 873milioni di Spectre uscito lo scorso autunno. Scoprire quale sarà il nuovo James Bond si sta facendo speculazione piuttosto complessa. Lo charme alla Hiddleston, icona sexy, più volte con selfie nude look sul proprio profilo Twitter, porterebbe un’ondata di ringiovanimento oggettivo alla saga iniziata nel 1962 con 007 Licenza di uccidere (Dr.No in originale) che aveva come protagonista l’allora 32enne Sean Connery. I colleghi Roger Moore, Timothy Dalton, Pierce Brosnan e infine Craig hanno interpretato per la prima volta il ruolo di Bond quando avevano rispettivamente 46 anni (Agente 007 – Vivi e lascia morire (Live and Let Die) 1973); 43 anni (007 – Zona pericolo (The Living Daylights), 1987); 42 anni (GoldenEye, 1995); 40 anni (Casino Royale, 2008).

Hiddleston avrebbe dalla sua anche una fetta di pubblico più legata alle giovani generazioni che seguono in massa i titoli dei supereroi Marvel oramai colonizzatori dell’immaginario fantastico delle sale cinematografiche. Se venisse a mancare l’ipotesi Hiddleston ci sono in ballo i soliti nomi e alcuni sorprese. Iniziamo da Damien Lewis, 45enne, origine gallese, pel di carota, parte della vita il Nicholas Brody di Homeland. Con Lewis Bond manterrebbe quel rude fascino da macho un po’ ceffo e sbrigativo che passa con disinvoltura dallo smoking alla supponenza di una qualsiasi macchiata t-shirt. Terzo incomodo, il sempiterno Idris Elba, 44 anni, star totale nel Regno Unito per Luther, anche lui toccata e fuga in Thor e The Avengers. Elba come Bond sarebbe una vera rivoluzione culturale, più travolgente di Obama alla presidente degli Stati Uniti. Eclettico e mimetico, l’attore londinese doc, possiede notevoli doti di aplomb e grinta non sbracata che solitamente differenziano gli attori inglesi da quelli americani a cui è tendenzialmente vietato diventare 007. Di fronte al ciclone Mendes che mette in un angolo Hiddleston, si sono fatti i nomi anche dell’irlandese 33enne Aidan Turner e dell’oramai maturo Jamie Bell. Il ragazzino che stupì il mondo interpretando Billy Elliot nel 2000, oggi ha appena compiuto 30 anni – un matrimonio già alle spalle con Evan Rachel Wood, flirt attuale con Kate Mara – e ha dato prova recentemente di notevoli doti di carattere interpretando Nymphomaniac, Snowpiercer, e I Fantastici Quattro.

Anche se il vero drastico cambiamento hanno provato a proporlo due attrici Gillian Anderson e Priyanka Chopra. Il detective dell’FBI Scully, è finita protagonista di un grazioso fotomontaggio su Twitter dove viene ritratta nel classico mirino dei titoli di testa di Bond. “Bond, Jane Bond. Grazie per i voti! (E scusate non so chi ha fatto questo poster ma lo amo!)”, ha risposto sempre su Twitter la 47enne di Chicago. A stretto giro il tweet dell’attrice e modella indiana Priyanka Chopra: “Fuck le James Bond Girls, io preferirei interpretare Bond!”. “James Bond si è mai preso una vacanza?”, chiedeva retoricamente Terence Hill in Nati con la camicia (1983). La risposta è ‘no’, ma sembra giunto il momento in cui il celebre 007 cambierà drasticamente pelle, o addirittura sesso.